Fare il bagno ad un cucciolo di Border Collie

This post has already been read 8895 times!

Sei nervoso/a perchè il tuo Border Collie ha bisogno del suo primo bagno? Niente paura! Non ce n’è bisogno. L’intero processo, in realtà, è abbastanza semplice e non dura neanche troppo tempo. Fare il bagno ad un piccolo è tutt’altro che difficile, l’importante è avere tutto il necessario pronto ed a portata di mano.

La prima volta che fa un bagno, ti suggerisco di chiedere a qualcuno di aiutarti. Sarà molto meno stressante se avrai qualcuno che riesca a tenere il cane a bada, mentre tu ti prende cura delle altre cose da fare. Se non hai nessuno che ti aiuti, il consiglio è quello di farlo in una vasca da bagno, in questo modo avrai molte meno difficoltà con il tuo Border Collie.

Comunque sia, puoi compiere questa operazione sia all’interno che all’esterno della casa. È meglio quest’ultima opzione, se non fa freddo, almeno potrai evitare di avere tanti peli sparsi per la casa e di intasare la tua vasca da bagno.

La scelta del luogo dipende molto da te, insomma. Se però hai intenzione di portarlo fuori, allora è una buona idea quella di tenere il cane al guinzaglio. Un altro consiglio è quello di essere subito pronti per asciugarlo onde evitare disastri.

Come lavare border collie

Di cosa avrai bisogno per lavare il tuo border collie?

Prima che il tuo Border Collie salti nella vasca, sarà necessario preparare tutto quello di cui hai bisogno, anche perché sennò sarà molto più difficile farlo in seguito correndo e cercando le cose che ti servono mentre il tuo cucciolo attende bagnato. Inoltre saresti sicuramente in ansia con la paura che egli stia cercando di sfuggire dalla vasca!

La scelta dei prodotti è importante. Infatti è corretto non usare il tuo shampoo su un cane. Egli ha bisogno di uno tutto suo fatto appositamente per gli animali domestici. Le sostanze chimiche contenute nei prodotti per gli esseri umani sono troppo forti per la cute dei nostri amici a quattro zampe. Invece, l’acquisto di uno shampoo apposito, potrà farti sentire sicuro/a e potrà profumare il tuo Border Collie come si deve.

Per quanto riguarda l’asciugamano, non importa che tipo di telo si utilizzi, ma è consigliabile sceglierne uno che assorba il più possibile l’acqua. Così il tuo cucciolo potrà asciugarsi più rapidamente.

Avrai bisogno di due batuffoli di cotone. Questi ti serviranno per evitare che l’acqua penetri all’interno delle orecchie del cucciolo.

Il guinzaglio è opzionale. Come ti dicevo prima, può esserti utile se hai intenzione di lavare il piccolo fuori allora ti suggerisco di utilizzarlo. In questo modo potrai mantenerlo vicino a te senza la paura che scappi per paura del primo bagno (anche se non è detto che in seguito gli piacerà, però sarà abituato e saprà cosa aspettarsi).

Ti consiglio di usare un guanto apposito per completare il lavaggio nel migliore dei modi. Ne esistono diversi tipi che possono risultare funzionali sia per te che per il tuo cucciolo.

A questo punto dovrai attenerti alla seguente procedura per riuscire a fare il bagno al tuo piccolo nel modo giusto. Vedrai che non sarà difficile e ogni volta diventerà sempre più un gioco da ragazzi.

Fase 1 – Raccogli tutto quello di cui hai bisogno

Prendi tutto quello che ti serve e mettilo da qualche parte intorno a te, vicino al punto che tu possa prendere ogni cosa senza spostarti né fare fatica. Così non avrai bisogno di lasciare il cucciolo da solo nella vasca da bagno senza sorveglianza. Non c’è niente di strano che potrebbe fare da solo ma almeno non scapperà e non ricoprirà il tuo pavimento di shampoo e peli.

Fase 2 – Prepara il tuo cucciolo

Prima di lavarlo è bene spazzolarlo in modo da sbarazzarti del pelo già staccato dalla cute. Sarà anche utile per raddrizzare i peli, in quanto questo ti renderà più facile compiere i passaggi successivi. A questo punto potrai mettere il tuo piccolo Border Collie nella vasca da bagno e posizionare i batuffoli di cotone in ciascuna delle sue orecchie, senza spingerli troppo in profondità (ma solo quanto basta per proteggere il canale uditivo). Le prime volte che esegui questa operazione, aspettati che il cane scuota la testa e si ribelli. Questo lo farà almeno per un paio di volte, poi si abituerà e risulterà più docile. Inoltre, se fa bagnare il cotone, prendine altro, in maniera da evitare un’infezione all’orecchio.

Fase 3 – L’immersione

È possibile farlo con una brocca piena d’acqua oppure, trovandosi all’esterno, potrai utilizzare un tubo moderando il getto. Inizia a bagnarlo completamente partendo dalla parte superiore del suo corpo, facendo sempre attenzione alle orecchie del cucciolo.

Fase 4 – Lo shampoo

Ora che il piccolo è tutto bagnato, è il momento di iniziare con lo shampoo. Inizia sempre dalla parte superiore e procedi verso il basso. Se il guanto che usi è di tipo “scrub”, non usarlo nella zona del muso. In questa area, massaggia con le dita tutto il suo pelo e cerca di evitare assolutamente il contatto con gli occhi (in caso contrario sciacquali immediatamente proprio come si fa con i bambini). Poi proseguire con il guanto sul collo, sulla schiena, sulla testa, sul petto e poi la pancia, lasciando le gambe ed i piedi per ultimi.

Fase 5 – Il risciacquo

Procedi risciacquandolo con lo stesso metodo con il quale lo hai bagnato. Anche in questo caso, inizia dalla parte superiore e continua verso il basso. Ricorda che il risciacquo dev’essere molto accurato.

Fase 6 – L’asciugatura

È quasi fatta! Tutto quello che dovrai fare adesso è asciugare il cucciolo. Il modo migliore per farlo è lasciare che il piccolo si scrolli un po’ d’acqua di dosso mentre è ancora nella vasca da bagno o fuori all’esterno della casa (magari spostati un po’!). Molti cani lo fanno spontaneamente quando si sentono bagnati, altri hanno bisogno di un po’ di incoraggiamento. Ho scoperto che un leggero solletico fatto sotto l’orecchio porta i cuccioli a farlo anche quando inizialmente non ne sentono il bisogno. Appena ha finito, potrai prendere l’asciugamano e completare l’asciugatura.

Questo è tutto! Adesso il tuo cucciolo è davvero pulito e profumato!

Risorse di Approfondimento

Leave A Reply (No comments So Far)

No comments yet